Coordinatore: dott. Iacopo Senatori

Docenti: Prof. Edoardo Ales, Prof. Francesco Basenghi, Prof. Alberto Levi, dott. Alberto Russo, dott.ssa Olga Rymkevich, dott. Iacopo Senatori

Crediti: 3

Lingua di lavoro: italiano e inglese

Contenuti e obiettivi formativi

Il corso propone l’analisi di alcuni snodi tematici centrali della materia, selezionati sulla scorta degli interessi di ricerca comuni alle diverse aree disciplinari rappresentate del dottorato. Una particolare attenzione sarà dedicata alle implicazioni giuslavoristiche dei fenomeni riconducibili alla c.d. “digitalizzazione” dei processi produttivi. Lo scopo è quello di fornire una ricostruzione completa degli istituti affrontati, condotta alla luce del dibattito dottrinale e delle soluzioni validate dalla giurisprudenza.
Al termine del corso, lo studente dovrà aver sviluppato la capacità di orientarsi criticamente tra gli istituti esaminati, individuandone la ratio ed il ruolo all’interno dell’ordinamento e ponendoli in relazione sulla base delle reciproche affinità e differenze. Lo studente dovrà inoltre acquisire una padronanza delle nozioni, delle categorie e del sistema delle fonti sufficiente a contestualizzare, nell’ambito dei propri studi, il punto di vista giuridico, al fine di accentuare la caratterizzazione interdisciplinare della ricerca. Lo studente dovrà infine acquisire la padronanza del lessico specialistico, al fine di esprimersi correttamente nelle forme orale e scritta sugli argomenti trattati nel corso.

Modalità didattica

Il corso avrà ad oggetto approfondimenti di taglio monografico e verrà svolto secondo un approccio seminariale ed interattivo che esigerà la partecipazione attiva dei dottorandi.
La partecipazione attiva dei dottorandi alle lezioni concorrerà alla formazione del giudizio finale al termine del corso.

Modalità di valutazione
Il giudizio – che terrà in conto anche le esposizioni e gli interventi compiuti dal dottorando durante gli incontri – verrà formulato a seguito della valutazione finale condotta a seguito di un colloquio pubblico che avrà luogo al termine del corso. Verrà favorita a questo riguardo l’aggregazione dei dottorandi in piccoli gruppi di lavoro.